DettaglioNews

Le raccomandazioni di Agid per lo smart working sicuro

18 marzo 2020
smart working

Molti enti pubblici stanno mettendo in atto il sistema di smart working, cioè la modalità di lavoro che consente ai loro dipendenti di poter lavorare da casa.

Prevista già da precedenti provvedimenti legislativi (Legge Madia), tale modalità si sta attuando in maniera massiva in questi giorni, a seguito delle disposizioni del decreto del Governo per la gestione dell’emergenza sanitaria del Coron virus Covid-19, con l’obiettivo di limitare al massimo lo spostamento delle persone per il raggiungimento del luogo di lavoro.

In sostanza, il lavoratore mette a disposizione la propria connessione alla rete e, in mancanza di supporti hardware forniti dall’ente, anche il proprio computer di casa (ma anche tablet o smartphone), che in questo modo sarà collegato direttamente a quello dell’ufficio.

A tal fine l’Agid (Agenzia per l’Italia Digitale) ha fornito alcune raccomandazioni per uno smart working sicuro:       

  • seguire prioritariamente le policy e le raccomandazioni dettate dalla propria amministrazione;                                         
  • utilizzare sistemi operativi per i quali è attualmente previsto il supporto;                                                         
  • effettuare costantemente gli aggiornamenti di sicurezza del sistema operativo;                                                       
  • assicurarsi che gli accessi al sistema operativo siano protetti da una password sicura e comunque conforme alle password policy emanate dalla propria amministrazione;                                         
  • non installare software provenienti da fonti/repository non ufficiali;
  • configurare la modalità di blocco automatico in caso di allontanamento dalla postazione di lavoro;                                       
  • non cliccare su link o allegati contenuti in mail sospette;       
  • utilizzare l'accesso a connessione Wi-fi adeguatamente protette; 
  • collegarsi a dispositivi mobili di cui si conosca la provenienza; 
  • effettuare sempre il log-out dai servizi/portali utilizzati dopo aver concluso la sessione lavorativa.                        

 Fonte: Agenzia per l'Italia digitale del 18/03/2020.          

 Autore: Redazione Paweb

Primo PianoDifesa del SuoloIstituzione