DettaglioNews

La Provincia invia esposto cautelativo sulla mancanza di risorse finanziarie

A rischio gli interventi di manutenzione per scuole e strade

20 marzo 2017

E’ già arrivato alla Procura della Repubblica, alla Prefettura e alla sezione regionale della Corte di Conti, l’esposto cautelativo inviato ieri dal presidente della Provincia, Alessandro Franchi, al fine di tutelare l’Ente dal rischio di incorrere in gravi responsabilità penali a causa della mancanza di risorse finanziarie necessarie all'adeguato svolgimento delle funzioni istituzionali.

L’iniziativa è stata presa di concerto con l’UPI, il quale, proprio per richiamare l’attenzione sui problemi derivanti dai sanguinosi tagli imposti  dalle manovre finanziarie, ha promosso una settimana di mobilitazione per difendere i servizi e la sicurezza.

L’esposto mette in luce la profonda difficoltà in cui si verrà a trovare l’Ente che nel 2017, a fronte di una stima sulle entrate pari a 32.868.648 euro, dovrà riversarne obbligatoriamente allo Stato  29.158.007.  Tenuto conto che le spese per le funzioni fondamentali nel 2016 sono state pari a 47.099.584 euro è evidente che nel bilancio preventivo del 2017 si creerebbe uno squilibrio di 43.388.943 euro,  che manderebbe la Provincia in dissesto finanziario.

“Da qui la necessità di intervenire  - sottolinea il presidente Franchi - perché il Governo ponga rimedio a questa situazione, che mette a rischio i servizi e soprattutto la sicurezza delle infrastrutture stradali e degli edifici scolastici provinciali. Con grandi sforzi abbiamo chiuso il bilancio 2016  - aggiunge Franchi – garantendo il pareggio e stanziando risorse aggiuntive in settori importanti come il trasporto e l’assistenza agli studenti disabili delle scuole superiori, la manutenzione scolastica e la sicurezza stradale. Lo abbiamo fatto perché abbiamo potuto attingere alle risorse accantonate nell’avanzo di amministrazione degli anni precedenti, ma di fronte a tagli così importanti non saremo in grado di fare altrettanto anche nel 2017”.

Per questo nell’esposto si richiama il rispetto dell’art.  119 della  Costituzione, nel quale si prevede espressamente  che le risorse derivanti dalle entrate proprie degli enti siano destinate al finanziamento delle funzioni pubbliche loro attribuite. “Tenuto conto  - conclude Franchi - che la legge Delrio ha volutamente riconosciuto alle Province funzioni fondamentali che impattano in maniera profonda sulla vita delle comunità locali, riteniamo che continuare a chiedere a questi Enti sforzi finanziari insostenibili, sia un modo per limitarne fortemente l’autonomia funzionale”.

 

s.m.

Primo PianoIstituzione