DettaglioNews

Inaugurato il nuovo plesso scolastico dell’Isis Mattei

La struttura è stata realizzata e totalmente finanziata dalla Provincia

17 settembre 2018
Il nuovo edificio che ospita l'Ipsia di Rosignano Solvay

Il nuovo edificio che ospita l'Ipsia di Rosignano Solvay

Gli studenti dell’Ipsia di Rosignano oggi  iniziano l’ anno scolastico 2018/19 in una scuola nuova di zecca.

La struttura che ospitea l’Istituto professionale dell’Isis Mattei è stata inaugurata sabato scorso dal presidente della Provincia Alessandro Franchi, alla presenza del prefetto Gianfranco Tomao, dell’assessore regionale all’istruzione, lavoro e formazione professionale Cristina Grieco e della dirigente scolastica dell’Isis Mattei Daniela Tramontani.

 

” Inaugurare una scuola è un momento di festa per una comunità – ha sottolineato Franchi - e credo che sia un momento importante soprattutto per i ragazzi e gli insegnanti. Una scuola nuova vuol dire investire sui nostri studenti e sulle nuove generazioni, sulla cultura, sull'educazione e quindi sul futuro”.

La nuova struttura scolastica, che comprende 8 aule e 4 laboratori, ha avuto un costo complessivo di circa 1.650.000 euro, totalmente coperto dalla Provincia.

 

“A testimonianza di un attenzione che l’Amministrazione Provinciale ha avuto nei confronti di questa parte di territorio – ha aggiunto il presidente - e soprattutto per la parte di filiera scolastica che riguarda l'istruzione professionale. Sentiamo dire troppo spesso che gli indirizzi di studio professionali sono considerati marginali. Io invece credo che per un territorio fatto di impresa, di industria e artigianato, l'istruzione secondaria legata alla manutenzione e all'assistenza tecnica rappresenti un elemento di vicinanza al mondo del lavoro. Quest’anno, inoltre, all'isis Mattei partiranno anche i corsi serali e, quindi, si completa l’offerta dell'Istruzione per quelli che possono essere i percorsi lavorativi o professionali dei nostri ragazzi”.

Franchi ha poi ricordato le caratteristiche tecniche della struttura: “Una scuola concepita con le moderne tecnologie dal punto di vista dell'impatto energetico ed ambientale, con illuminazione a LED e allaccio al teleriscaldamento, nonché con il controllo domotico di tutti gli impianti”.

L’edificio è costituito da una struttura portante, composta da travi e pilastri in cemento armato prefabbricato, sulla quale sono montati dei moduli di prefabbricato. Si tratta di pannelli in cemento armato pieno e/o con interposizione di materiale con funzione di alleggerimento e coibentazione, rispondenti alle norme in materia antisismica.

Il trasferimento dell’Ipsia nel nuovo plesso consente di riunire tutte le classi dell’Istituto Alberghiero nella sede di via Allende, per la quale la Provincia ha già stanziato oltre 1 milione di euro, 700.000 con mutuo Bei e 350.000 come cofinanziamento, per lavori di adeguamento che andranno a gara entro l’anno.



Silvia Motroni

Primo PianoLavori PubbliciEdilizia scolastica