DettaglioNews

In via di completamento i lavori di ampliamento dell’Iti Mattei di Rosignano Solvay

Sopralluogo al cantiere del presidente Franchi

29 dicembre 2017
Il nuovo edificio per l'ampliamento dell'Iti Mattei

Il nuovo edificio per l'ampliamento dell'Iti Mattei

In dirittura d’arrivo la conclusione dei lavori del nuovo edificio scolastico destinato all’ampliamento dell’Iti Mattei di Rosignano Solvay. Nei giorni scorsi il presidente della Provincia, Alessandro Franchi, ha fatto un sopralluogo alla struttura insieme alla dirigente scolastica prof.ssa Daniela Tramontani, proprio per verificare lo stato delle opere, con loro erano presenti le responsabili del Servizio edilizia e manutenzioni e del Servizio reti scolastiche della Provincia, Barbara Moradei e Anna Roselli e i consiglieri della 2.a commissione consiliare del Comune di Rosignano.

“Un cantiere che giunge alla fine – ha sottolineato il presidente Franchi - e che, nonostante le grandi difficoltà in cui ha operato la Provincia in questi ultimi anni, abbiamo portato fino in fondo, onorando l’impegno preso con la scuola e gli studenti”.

La disponibilità della nuova struttura consentirà il trasferimento degli studenti dell’Ipsia, attualmente nella sede di Via della Repubblica-Via Allende che sarà riqualificata per essere destinata totalmente all’Istituto alberghiero. “Abbiamo già ottenuto i finanziamenti – ha aggiunto il presidente - e l’intervento di adeguamento dovrà iniziare entro il 2018”.

Progetti molto attesi che finalmente trovano una realizzazione che darà risposte concrete alle necessità didattiche dei due istituti. “Il trasferimento degli studenti dell’alberghiero in un’unica sede – ha asserito la preside Tramontani – consentirà una migliore integrazione dei ragazzi in termini di didattica e partecipazione”.

Attualmente i lavori ancora in corso riguardano le rifiniture interne e la sistemazione degli spazi esterni, che, salvo i problemi legati al maltempo, dovrebbero concludersi a febbraio. Successivamente ci sarà il collaudo strutturale e degli impianti, al termine del quale l’edificio sarà definitivamente a disposizione della scuola.

L’opera

La nuova struttura scolastica, il cui costo complessivo è di 1.600.000 euro, comprende 10 aule, più servizi igienici, alcuni laboratori.

L’edificio è costituito da una struttura portante, composta da travi e pilastri in cemento armato prefabbricato, sulla quale sono montati dei moduli di prefabbricato. Si tratta di pannelli in cemento armato pieno e/o con interposizione di materiale con funzione di alleggerimento e coibentazione, rispondenti alle norme in materia antisismica. Oltre alle aule è stato realizzato un ascensore per l’accesso al piano superiore, nonché tutte le necessarie opere impiantistiche e la sistemazione delle aree esterne e del verde. La prestazione energetica sarà di classe A1.

 

I Soggetti responsabili

Responsabile Unico Procedimento: ing. Barbara Moradei; Direttore dei Lavori: arch. Sebastiano Prudente; Direttore dei lavori opere strutturali: ing. Massimo Canigiani; Responsabile sicurezza: ing. Massimo Canigiani; Collaudo statico: arch. Stefano Rossi; Progetto e Direzione lavori impiantistici: ing. Emanuele Ghelardi (incarico esterno); Collaudo impianti e collaudo tecnico-amministrativo: ing. Patrizia Manni (incarico esterno).

 

Mutuo BEI per i lavori all’alberghiero

Il trasferimento nella nuova struttura di tutte le classi dell’Ipsia, consentirà di destinare l’intero edificio di via Allende agli studenti dell’alberghiero, che potranno così lasciare la succursale delle Forbici. Come già anticipato nei mesi scorsi, la Provincia ha avuto conferma dell’ottenimento del mutuo BEI per un finanziamento di un 700.000di euro, al quale sarà aggiunto il cofinanziamento dell’Ente pari a 350.000 euro. Le risorse saranno interamente destinate al progetto di riqualificazione della sede dell’alberghiero, che potrà così contare su una struttura più adeguata alle esigenze scolastiche e didattiche.

 

s.m.

Primo PianoLavori PubbliciEdilizia scolastica