DettaglioNews

Il Consiglio Provinciale ha approvato il bilancio preventivo 2017

02 agosto 2017

Consiglio Provinciale 1 agosto 2017

Il Consiglio Provinciale, riunito il 1° agosto a Palazzo Granducale, ha approvato il bilancio preventivo 2017. Ancora una volta per chiudere il documento finanziario dell’ente, l’Amministrazione ha dovuto far ricorso all’Avanzo di amministrazione del 2016, applicando 8.692.275 euro per il pareggio dei conti, la maggior parte dei quali, 6.774.896 euro, a copertura delle spese correnti mentre il resto, 1.917.378 euro, sono destinati a finanziare gli investimenti.

I tagli crescenti per i contributi alla finanza pubblica, che dal 2015 hanno  prelevato dalle Province circa 3 miliardi di euro,  comportano per la Provincia di Livorno un taglio di circa 24 milioni di euro nel bilancio 2017, su un totale di quasi 31,500 milioni di entrate proprie (tributarie ed extra tributarie). Il taglio effettivo è poi ridotto a 17 milioni di euro per effetto dei trasferimenti che lo Stato ha concesso alle Province nel corso dell’anno, come contributo per le spese relative alle funzioni  fondamentali e manutenzione strade e scuole.

“Le Province devono uscire dal guado  - ha detto il presidente Alessandro Franchi – ed essere messe nelle condizioni di lavorare con risorse adeguate. Ma non si tratta solo di mere questioni economiche. Superata la fase dell’incertezza, è chiaro che il governo deve intervenire nella prossima legge di stabilità per ristabilire un minimo di agibilità di azione per questi enti. Mi riferisco, in particolare, allo sblocco delle assunzioni, al pari di quanto fatto per i Comuni, e alla possibilità  che le amministrazioni provinciali tornino a poter contrarre mutui, senza i quali non è possibile programmare nuove infrastrutture stradali o nuove scuole”.

Nonostante le difficoltà, come ha spiegato la responsabile del Servizio finanziario Cristina Borrini, le risorse disponibili sono state concentrate nelle due funzioni principali dell’Ente, che riguardano appunto la manutenzione delle strade, degli edifici scolastici  e pubblici, e sono stati  salvaguardati anche gli impegni per la cultura ed il sociale, in particolare per l’inclusione e il trasporto scolastico degli studenti disabili delle scuole superiori.

Per quanto riguarda il programma delle opere pubbliche -  illustrato da Lelio Franceschi, responsabile del Servizio  programmazione coordinamento amm.vo servizi tecnici - per l’edilizia scolastica gli interventi finanziati con l’applicazione dell’avanzo riguardano la realizzazione della struttura polifunzionale destinata alle attività motorie dell’Itg Buontalenti, il II° lotto di lavori Cecina-Rosignano per l’adeguamento degli istituti alle norme di prevenzione incendi, i lavori di adeguamento per  la logistica delle scuole e la manutenzione straordinaria dei soffitti. Altri interventi saranno finanziati con i ricavati delle alienazioni e con l’accesso ai mutui BEI, tramite la Regione Toscana, per il risanamento conservativo dell’attuale sede dell’ IPSIA Solvay e l’adeguamento alle normative sicurezza e antincendio al Niccolini-Palli; per altri progetti si prevede la possibile attivazione di  cofinanziamenti regionali.

Per il capitolo strade, di particolare rilievo è l’investimento di un milione di euro che la Provincia mette a disposizione come compartecipazione alle spese per la sistemazione della frana sulla rampa della FIPILI, mentre altre risorse sono destinate al ripristino di frane e cedimenti stradali in varie zone dei distretti stradali, sul continente e all’Elba. Saranno poi, sbloccati anche i lavori per la conclusione dei lavori sulla SP 555 delle Colline, a Collesalvetti, in quanto, a breve, sarà dato un incarico esterno per l’adeguamento del progetto, per arrivare ad appaltare i lavori entro la fine dell’anno.

Dopo l’acquisizione del parere dell’Assemblea dei sindaci, il Consiglio ha approvato il bilancio preventivo 2017 con i voti favorevoli della maggioranza Pd e i voti negativi dei consiglieri di Centrodestra per la Provincia di Livorno e Assemblea Democratica.

 

Documentazione bilancio preventivo 2017 

 

 

IL DIBATTITO CONSILIARE

I consiglieri di maggioranza del Partito Democratico intervenuti, Scatena, De Filicaia e Scarpellini, hanno sottolineato il grande lavoro svolto dagli uffici per arrivare alla definizione del documento ed hanno espresso apprezzamento e soddisfazione per un bilancio che, nonostante le difficoltà, mette al centro la sicurezza dei cittadini, delle strade e delle scuole.

Elogi per il lavoro e la disponibilità degli uffici provinciali è stata sottolineata  anche dai consiglieri di minoranza Gragnoli (Centrodestra per la Provincia di Livorno) e Bruciati (Assemblea Democratica) i quali hanno però rimarcato le critiche al governo per la situazione di grave difficoltà in cui versano le Province e il perdurare della criticità economica in cui si trovano ad operare.

Il presidente Franchi, concludendo il dibattito, ha evidenziato la necessità che Governo e Parlamento riprendano in mano una riforma che penalizza le Province.
Ma pur ribadendo l’impegno a sostenere una battaglia politica su tutti i fronti, perché siano ristabilite condizioni tecniche ed economiche adeguate per le amministrazioni provinciali, il presidente ha ricordato che in questi due anni c’è stata un’attenta gestione delle risorse che ha consentito alla Provincia di Livorno di fare la sua parte attraverso numerosi ed importanti interventi e sbloccando anche lavori fermi da anni, come per esempio la Variante del Crocino a Collesalvetti.

“Nelle scuole  - ha detto - abbiamo stanziato risorse finalizzate alla sicurezza, con il monitoraggio dei solai in tutti gli edifici scolastici e sono stati fatti interventi per l’adeguamento antincendio in diverse scuole. Interventi che proseguiranno anche nel 2017 grazie agli stanziamenti previsti in questo bilancio, così come il servizio di trasporto per gli alunni disabili che abbiamo coperto in maniera importante nel 2016 con un finanziamento aggiuntivo e manteniamo anche nel 2017. Anche sulle strade abbiamo garantito i lavori per l’asfaltatura e il taglio dell’erba, nonché la sistemazione di varie frane che da tempo aspettavano un intervento. Sono, poi, particolarmente soddisfatto della compartecipazione da un milione di euro per la FIPILI, perché ritengo di primaria importanza l’efficientamento della rete infrastrutturale dell’area portuale livornese, così come la conclusione delle opere di sistemazione della SP 555”.

 

IL PARERE DELL’ASSEMBLEA DEI SINDACI

L’approvazione definitiva del bilancio è stata preceduta dalla seduta dell’Assemblea dei Sindaci, convocata per l’espressione del parere di competenza sul bilancio, alla quale erano presenti, oltre al presidente e sindaco di Rosignano Alessandro Franchi, la vicesindaca di Livorno Stella Sorgente, il vicesindaco di Piombino Stefano Ferrini, il vicesindaco di Cecina Giovanni Salvini, la vicesindaca di Collesalvetti Libera Camici, il sindaco di Castagneto Carducci Sandra Scarpellini, il sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini, il sindaco di Bibbona Massimo Fedeli e il sindaco di Sassetta Alessandro Scalzini.

Ha aperto il dibattito la vicesindaca Sorgente annunciando il voto negativo del Comune di Livorno, motivato dal perdurare di una situazione generale delle Province che, secondo gli amministratori del capoluogo, non può più reggersi con le deroghe al pareggio del bilancio concesse dal governo, sollecitato, invece, ad intervenire per dare una soluzione definitiva ai problemi di questi enti. 

Di avviso opposto le considerazioni espresse dagli altri Comuni che hanno unanimemente ribadito l’importanza di esprimere il parere positivo sul bilancio per garantire  la piena attività della Provincia. In particolare, la sindaca Scarpellini ha sottolineato come tutti, solo ora, riconoscano l’importanza delle Province e che un parere negativo colpisce, in realtà, un ente che con molte difficoltà sta portando avanti un lavoro prezioso.

Anche il presidente Franchi ha rimarcato l’opportunità di mantenere separate le questioni di politica  nazionale dalle valutazioni sulla gestione amministrativa di un ente chiamato a garantire i necessari interventi per le comunità amministrate, ribadendo il ruolo dell’Assemblea dei Sindaci come casa dei Comuni e strumento appropriato per esercitare quel ruolo di rappresentanza dei territori e collegamento tra Amministrazione Provinciale e cittadini.

In virtù del meccanismo di voto dell’Assemblea dei Sindaci, basato sulla rappresentanza  per fascia demografica, pur in presenza di un unico voto negativo del Comune di Livorno e di 8 voti positivi del resto dei Comuni presenti, il voto finale espresso sul parere al bilancio provinciale  è stato di non positività.

Il Consiglio Provinciale ha, quindi, successivamente approvato il bilancio preventivo 2017 con i voti a favore della maggioranza Pd e i voti negativi dei consiglieri di Centrodestra per la Provincia di Livorno e Assemblea Democratica.

 

Silvia Motroni

 

Per ascoltare le registrazioni integrali delle sedute consiliari e dell'Assemblea dei sindaci CLICCA QUI

 

 

 

Primo PianoIstituzioneConsiglio