DettaglioNews

CON MODI’ LA MOBILITÀ SI FA DOLCE

Giovedi 5 aprile l’evento di lancio al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

03 aprile 2018
Logo del Progetto MODI'

Promuovere la mobilità sostenibile sul territorio attraverso interventi che incrementano sia l’utilizzo di modalità di spostamento dolce sia lo sviluppo di forme integrate di trasporto pubblico nelle aree a domanda debole.

E’ questo l’obiettivo del progetto MODI’ (Mobilità Dolce e integrata), promosso dalla Provincia di Livorno e dai Comuni di Livorno, Cecina, Collesalvetti e Rosignano, grazie al quale saranno realizzati una serie di interventi diffusi sul territorio, a carattere infrastrutturale e organizzativo, rafforzati da iniziative che avranno la finalità di promuovere proprio l'utilizzo delle opere e dei servizi creati.

Le attività del progetto MODI’ saranno presentate nell’evento di lancio, in programma il 5 aprile, con inizio alle ore 9, al Museo di Storia Naturale del Mediterrano (via Roma 234, Livorno), nel corso del quale le amministrazioni locali e i partner privati illustreranno gli interventi che saranno realizzati, per un investimento complessivo di circa 1.774.000 di euro, finanziato all’80% dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito del programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro.

Mobilità ciclistica e pedonale, taxibus e car2job, servizi di carsharing nell’area urbana e car sharing aziendale costituiscono il cuore del progetto che farà perno su una forte azione di coordinamento degli enti locali coinvolti, incentrata sul ruolo di Mobility management d’area svolto dalla Provincia di Livorno, e su un vasto partenariato a componente privata, individuata tramite apposita consultazione pubblica, che vede coinvolti soggetti con una consolidata esperienza nella gestione di progetti similari a livello nazionale ed europeo: la RTI tra IBIMET, Simurg, WWF e Fiab; le società CRAS e Pepa Italia; l’Associazione Euromobility.

Oltre agli interventi previsti nei vari comuni, di particolare importanza saranno le azioni trasversali, che interesseranno tutti i territori, tra le quali spicca la formazione dei Mobility Manager scolastici e aziendali, in quali successivamente potranno effettuare a loro volta una formazione specifica nelle scuole e nei luoghi di lavoro, al fine di promuovere efficacemente l’avvio delle attività implementate dal progetto.

Durante l’evento, nel giardino del Museo, saranno allestiti alcuni gazebo per la distribuzione di materiale informativo, dove sarà possibile anche provare le bici a pedalata assistita messe a disposizione del progetto.

Infine, alle ore 11 è prevista una presentazione del progetto riservata alla stampa.

 

 

 

Primo PianoTrasportiMobilitaIstituzione