DettaglioNews

A Palazzo Granducale il film d'animazione BLU di Andrea Camerini

21 giugno 2018
Blu film d'animazione

Un viaggio fantastico nella storia e nei paesaggi della costa Toscana, alla scoperta dei musei e dei parchi del territorio della provincia livornese attraverso gli occhi di Nico e Billo.

Chi si è perso il film di animazione BLU di Andrea Camerini, oppure desidera rivivere l’emozione della scoperta di un paesaggio inedito, fatto di disegni, colori e musica, potrà farlo venendo alla Provincia di Livorno, dove in questi giorni il film è trasmesso a ciclo continuo sullo schermo nell’atrio di ingresso di Palazzo Granducale, negli orari di apertura degli uffici.

Il film, di cui Camerini ha curato anche la sceneggiatura originale, il montaggio video e il suono, mentre le musiche originali sono di Roberto Sbolci, è stato prodotto da CAT Multimedia nell’ambito del progetto di iniziativa regionale “Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali”.


Andrea Camerini. Classe 1973, nasce come autore e disegnatore sulle pagine dello storico mensile satirico livornese “Il Vernacoliere”, col quale collabora ininterrottamente dal 1991.

Pubblica i suoi lavori sui più importanti periodici satirici italiani, tra cui “COMIX” e “Lupo Alberto”, per poi approdare nel mondo della tv come autore, regista e cartoonist, realizzando cortometraggi animati, spot pubblicitari e sigle televisive.

Sue sono tutte le sigle animate fino al 2014 del programma “Striscia la Notizia” di Antonio Ricci così come i cartoons del programma “Crozza Italia” (2006-2008) di Maurizio Crozza. Illustratore e fumettista, svolge parallelamente l’attività di autore satirico in programmi televisivi (“Mai dire Martedì”, Canale 5) e radiofonici. Per il programma “La Carica di 101” (radio R101) riceve il premio “Le Cuffie d’oro”, premio Lelio Luttazzi, per la parte autorale.

Ha realizzato oltre 60 cortometraggi e due web series, ha partecipato a innumerevoli trasmissioni televisive nazionali e ha ricevuto riconoscimenti internazionali, tra cui 8 premi in due edizioni del Los Angeles Web Series Festival di Hollywood (due volte miglior regia); il Miff award 2013, una menzione speciale al Roma Web Fest.


Roberto Sbolci. Compositore, ha perfezionato gli studi di composizione con Leo Brouwer e nel 1984 ha fondato l’ensemble Modo Antiquo, col quale ha ricevuto le nominations al Grammy Awards (1996 e 2000).

Nel 1991 e 1992 ha vinto come allievo effettivo i concorsi interni ai corsi di alto perfezionamento in musica per film con Ennio Morricone presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena.

Ha collaborato col Centro Sperimentale di Cinematografia e con la New York Film Academy, i suoi lavori sono stati trasmessi sulle reti Rai e SKY. Ha scritto le musiche di scena per molti lavori di teatro di tradizione popolare e per diverse formazioni cameristiche in Italia, Francia, Stati Uniti, Portogallo, Polonia, Canada, Giappone.

Ha realizzato le musiche originali per molti documentari fra cui “Una storia d’amore in quattro capitoli e mezzo” per la regia di M. Lamberti e per lo stesso regista ha composto e diretto le musiche per il film “Non con un bang” presente alla 56esima Mostra del Cinema di Venezia, ai Los Angeles Italian Film Awards, Festival del Cinema di Oporto e in concorso all’edizione 2001/2002 dei premi David di Donatello.

E’ membro della Vox Mentor di New York e consulente e docente nel corso di musica per cinema della New York University presso la “Tisch School of the Arts “ al Maurice Kanbar Institute of Film and Television di New York.

Primo PianoCultura