DettaglioNews

1 settembre - Salotto romantico tra ‘800 e ‘900, viaggio canoro tra poesia e musica

25 agosto 2021
Salotto romantico

Salotto romantico

Mercoledi 1 settembre, alle ore 21, ancora musica nel Parco dei Platani del Museo di Astoria Naturale del Mediterraneo, con il concerto della Corale Pietro Mascagni dedicato al “Salotto romantico”, un vero e proprio viaggio canoro tra la poesia e la musica nei salotti alla moda tra Ottocento e inizio Novecento.

L’intrattenimento mondano dell’epoca trova le sue radici nell’affermazione del ceto borghese, a cavallo tra settecento e ottocento, e sempre più nell’ottocento, composto da persone che invece di ereditare beni e castelli e vestirsi di un titolo distribuito da case regnanti o retaggi storici, lavorano duramente per arricchirsi in molte maniere. L’agiatezza porta questi imprenditori a costruire palazzi e ville dove abitare con la famiglia.

Ma la ricchezza a che cosa serve se non si può esibire? Da questa esigenza ecco nascere feste, balli, cene eleganti, concerti, salotti letterari. I rampolli di queste famiglie, specialmente se femmine, devono saper suonare gli strumenti o saper cantare. La musica deve essere elegante e complessivamente eseguibile da questi alti amatori. Tutti i musicisti dell’epoca, anche su pressione degli editori, si misurarono con questa esigenza e composero arie, duetti, trii, quartetti che avessero in equilibrio la qualità e la semplicità esecutiva. I guadagni furono considerevoli, perché ogni famiglia agiata amava avere una fornita biblioteca di musica da camera e vocale da mettere a disposizione degli ospiti.

Un universo musicale dall’inconfondibile fascino retrò, che il pubblico potrà gustare grazie ad un’attenta selezione di brani tratti dai lavori dei numerosi compositori che si dedicarono a questa particolare arte: da Fabio Campana e Ruggero Leoncavallo, da Giacomo Puccini a Pietro Mascagni e Ottorino Respighi, senza tralasciare autori come Luigi Denza, Francesco Paolo Tosti e Stefano Donaudy.

I brani saranno interpretati da: Francesca Scarfi soprano, Roberto Bucchioni tenore, Paolo Morelli basso. Al pianoforte Giorgio Maroni.

Come accadeva allora, le musiche saranno accompagnate dalla lettura di versi spesso frutto del lavoro di grandi poeti italiani: Tremacoldo, Mancini, Cimmino, Stecchetti, Pagliara, D’Annunzio, Leoncavallo, Fucini, Marsili, Gastaldon, Marradi, Pascoli, Donaudy, Negri, Vivanti. Letture di Laura Moretti.


Prenotazione obbligatoria. Ingresso a donazione liberale

Per informazioni e prenotazioni:

Segreteria del Museo segreterie.museo@provincia.livorno.it

Tel: 0586/266711-34.

Orari segreterie: lun/mer/ven ore 9-13; mar/gio/ sab ore 9-13 e 15-18; domenica ore 15-18


Primo PianoCultura