G.A.V.

Le Guardie Ambientali Volontarie

Negli ultimi 10 anni, un elemento di forte novità ha caratterizzato l'attività del corpo di Polizia Provinciale, infatti con l'entrata in servizio delle G.A.V. (Gardie Ambientali Volontarie), il controllo del territorio ha beneficiato della presenza di molti volontari che hanno svolto e svolgono un compito importante per la tutela dell'ambiente sotto ogni punto di vista, si pensi alla nutrita attività di informazione e di prevenzione che quotidianamente viene svolta o all'attività didattica portata all'interno delle scuole.
La Provincia di Livorno è stata la prima a dare corpo con una delibera di consiglio approvata ad unanimità. La Regione Toscana con la legge L.R.T. 7/98 ha istituito il Corpo delle Gav, le Guardie Ambientali Volontarie per le quali è stato fissato uno specifico regolamento provinciale.

 

 

Corsi di formazione/ riqualificazione per G.A.V.

La Provincia di Livorno, in collaborazione con le associazioni di volontariato presenti sul territorio, organizza periodicamente corsi di formazione/riqualificazione per G.A.V.
La Provincia garantisce l'adeguata pubblicità dei predetti corsi anche mediante pubblicazione sul proprio sito. 

Le G.A.V. e la loro attività

 

 

La L.R.T. 7/98 offre due strade a chi vuol fare la Guardia Ambientale Volontaria: aderire in forma personale alle G.A.V. Coordinate, diventando in pratica un ausiliario della Polizia Provinciale, oppure, facendo parte di una delle associazioni ambientaliste, della caccia o della pesca riconosciute, stabilire un rapporto di convenzione, diventando così una G.A.V. Convenzionata.
Nel varare la L.R.T. 7/98 il legislatore ha in ogni caso voluto raggiungere un doppio obbiettivo: dare organicità  e un adeguato quadro normativo al volontariato che fino a quel momento aveva esercitato la vigilanza ambientale spesso in modo scoordinato ed estemporaneo, riconducendo allo stesso tempo tutto il settore  sotto il diretto coordinamento dell'ente pubblico, le Province appunto. Tutte le Gav quindi, che siano direttamente coordinate o che facciano parte di una associazione che con la Provincia  ha un rapporto di convenzione, rispondono del loro operato direttamente al comando della Polizia Provinciale di Livorno con il quale coordinano l'attività di presenza e di vigilanza sul territorio.
Dove sono.
Per far questo la Provincia di Livorno ha messo a disposizione i suoi locali: il Comando provinciale della G.A.V. Coordinate si trova presso Villa Mauro Gordato, in via di Monterotondo, un distaccamento è presente in Rosignano presso Villa Pertusati,un terzo ed un quarto nucleo sono di stanza nei distaccamenti della Polizia Provinciale di Cecina e di Venturina. Le Gav Coordinate sono quindi presenti a Livorno, Rosignano, Cecina  e a Venturina (clicca qui per gli indirizzi). Per logiche ragioni di appartenenza, le G.A.V. Convenzionate hanno invece sede presso la proprie associazioni.
Ma come si fa a diventare G.A.V.? 
Per acquisire il titolo di G.A.V. si deve frequentare un corso di formazione di 120 ore previsto dal Regolamento Regionale (Delibera GRT 6 aprile 1998 n. 331) con lezioni in aula ed esercitazioni sul territorio e sostenere un esame davanti ad una commissione della quale fanno parte dirigenti e funzionari della Provincia, un ufficiale della Polizia Provinciale e un ufficiale del Corpo Forestale dello Stato.
Quali poteri.
Indipendentemente da fatto che si tratti di G.A.V. Coordinate o di G.A.V. Convenzionata, le Guardie Ambientali Volontarie hanno durante lo svolgimento del servizio, la qualifica di pubblico ufficiale e di agente di polizia amministrativa. Questo vuol dire che possono svolgere tutti gli atti previsti dall'art. 13 della Legge 689, vale a dire l'ispezione, l'accertamento, il sequestro amministrativo e naturalmente la contestazione di illeciti amministrativi. Non possedendo la qualifica di ufficiali e agenti di polizia giudiziaria non possono esercitare poteri come la perquisizione personale e domiciliare, l'arresto e il sequestro penale.
Che cosa fanno le G.A.V. di fronte ad un evento penale?
Come tutti i pubblici ufficiali assumono il maggior numero di informazioni da riferire con una segnalazione qualificata all'autorità Giudiziaria. Cosa avviene in realtà? Di fronte ad un reato le Gav provvedono ad assumere il maggior numero di informazioni e a far intervenire una pattuglia della Polizia Provinciale che svolge gli accertamenti e gli atti necessari.
Ma che cosa fanno esattamente le G.A.V.? 
Come precedentemente descritto le Gav convenzionate sono legate alla Provincia di Livorno da un atto di convenzione con il quale l'Amministrazione assegna loro un finanziamento in cambio di una serie di attività  peculiari dell'Associazione di appartenenza.
Le Gav Coordinate invece sono alle dirette dipendenze operative del Comando della Polizia Provinciale e vengono impiegate in base alle esigenze espresse dal Presidente e dagli Uffici provinciali competenti. Fatte salve esigenze specifiche, questo vuol dire che le G.A.V. Coordinate sono impegnate in numerose attività. Vediamo le principali: controlli in materia di caccia e pesca, controlli ambientali e sui rifiuti, controlli antincendio, su parchi, aree protette ed istituti faunistici, sulle acque (scarichi ed attingimenti) e a tutela del patrimonio idrico, sulla raccolta dei prodotti del sottobosco (tartufi, funghi...), sulla forestazione, la circolazione fuoristrada, il ,randagismo. Le GAV svolgono, inoltre, attività didattica presso gli istituti scolastici per la formazione ambientale ed attività di protezione civile.

Ultimo aggiornamento: 05-09-2016